1/3 La mia natura morta, installata e fotografata in omaggio a Giorgio de Chirico, un italiano che è stato una delle principali influenze del movimento surrealista.

in Italy4 months ago (edited)

Allego il mio progetto fotografico che rende omaggio a uno dei più grandi italiani della pittura contemporanea, Giorgio de Chirico.
Durante questo mese di gennaio e febbraio continueremo a vedere altri maestri della pittura italiani che hanno significato molto per me.

01263om.jpg

© Om

Giorgio de Chirico.
https://es.wikipedia.org/wiki/Giorgio_de_Chirico#Obras
chirico.jpg

Ha studiato arte ad Atene e Firenze, prima di trasferirsi in Germania nel 1906, da dove è entrato all'Accademia di Belle Arti di Monaco. Qui entra in contatto con le opere dei filosofi Nietzsche e Arthur Schopenhauer, oltre a studiare le opere di Arnold Böcklin e Max Klinger. Tornò in Italia nell'estate del 1909 per trascorrere sei mesi a Milano. Nel 1910 si trasferisce nuovamente a Firenze, da dove dipinge "L'enigma di un pomeriggio d'autunno", prima delle sue opere della serie "Piazza metafisica", dopo una personale esperienza in piazza Santa Croce. A Firenze dipinge anche "L'enigma dell'oracolo". L'anno successivo De Chirico trascorre alcuni giorni a Torino, in viaggio per Parigi, e rimane colpito da quello che chiama "l'aspetto metafisico di Torino" che si apre nell'architettura dei portici e delle piazze. De Chirico visse a Parigi fino al suo arruolamento nell'esercito nel maggio 1915, durante la prima guerra mondiale.

unnamed.jpg

I dipinti che De Chirico realizzò tra il 1909 e il 1914 sono quelli che sono morti di maggior riconoscimento. Questo periodo è noto come periodo metafisico. Le opere si distinguono per le immagini che evocano ambienti cupi e travolgenti. All'inizio di questo periodo, i modelli erano paesaggi urbani ispirati alle città del Mediterraneo. Gradualmente, l'attenzione del pittore si è spostata sugli studi di stanze gremite di oggetti, a volte abitate da manichini.

Quasi subito, lo scrittore Guillaume Apollinaire ha elogiato il lavoro di Chirico e lo ha aiutato a presentarlo al gruppo che si sarebbe poi dedicato al surrealismo. Nel 1922, Yves Tanguy scrisse di essere rimasto così colpito nel vedere un'opera di De Chirico in una vetrina di una galleria che poi decise di diventare un artista, anche senza aver toccato un pennello nella sua vita. Altri artisti che hanno riconosciuto l'influenza di Giorgio de Chirico sono Max Ernst, Salvador Dalí e René Magritte. Se consideri De Chirico come una delle maggiori influenze del movimento surrealista.

De Chirico in seguito abbandonò lo stile metafisico e realizzò diverse opere più realistiche, con modesto successo.

De Chirico pubblicò nel 1925 il romanzo "Hebdómeros", di cui il poeta John Ashbery ha dichiarato che è probabilmente una delle più grandi opere letterarie del surrealismo.1 Sono stato traslucido in spagnolo da César Aira e pubblicato in Argentina da Editorial Mansalva.2

Il pittore muore il 20 novembre 1978, all'età di 90 anni.

línea verde 2.png

https://www.instagram.com/orlandomonteleone/
https://omonteleone.wixsite.com/photography

etiqueta final 2.png