CONSIDERAZIONI A BRACCIO. N2

in #ita9 months ago

Oggi la giornata si prevede moscia, con la mattinata in ufficio che passa lenta, visto che nessuno ha deciso di chiamare.
Diciamo che ho sempre saputo di avere dei clienti metereopatici e che la loro ansia e le loro frustrazioni le sfogano molto più volentieri al telefono con noi quando fa freddo, quando piove, o dopo il week end, quando hanno deciso di toccare dove non devono.

C'è ancora gente comunque che mi chiama perchè non gli parte il riscaldamento ed in queste giornate di sole e caldo, sente i brividi.

Se c'è una cosa che mi ha insegnato tutto questo è che lavorare solo mezza giornata sarebbe l'ideale per rendere la vita una cosa meravigliosa.

Mezza giornata sei quello che devi essere per portare a casa il pane, l'altra mezza giornata sei quello che sei, semplicemente te stesso, con le tue passioni che tra l'altro si rifletterebbero positivamente anche sul tuo lavoro.
Purtroppo so bene che questi ragionamenti adesso trovano il tempo che trovano, perchè una volta ricatapultati in un mondo frenetico di gente assurda e sempre di fretta, verremo risucchiati nel vecchio vortice di menate mentali e di voglia di spendere e spandere soldi inutilmente per sopperire alle mancanze mentali.
Io però, sto parlando da una posizione quasi privilegiata, ho un lavoro che mi occupa mezza giornata, a casa ho un figlia che mi tiene attivo, vivo ed allegro, vivo in un paese piccolo dove davanti a casa non passa mai nessuno, nemmeno quando si può circolare tranquillamente.
Ho anche un piccolo giardino che tra l'altro quest'anno sto sfruttando come non ho mai fatto prima.
In più, sembra una cosa brutta da dire, ma in realtà è la base per stare bene con gli altri, io da solo sto bene.
sto proprio bene con me stesso, quindi anche un periodo di solitudine forzato, non mi danneggia per niente.

Le mascherine al supermercato?
difficili da digerire, però, credo siano sempre state da indossare, da sempre.

Pensate a quanti sputi ci sono sui finocchi del banco fresco, o sulle melanzane e le zucchine?

Le tanto amate zucchine che possono svoltare la giornata a qualcuno nei momenti di solitudine dettati dalla quarantena.

Un mio amico, in realtà il mio batterista, ha un negozio di panetteria, un giorno al bar, mi ha visto prendere le noccioline dal bancone, mi ha fermato la mano e mi ha detto " tu sei un matto, hai idea di cosa trovo io la sera sul vetro del bancone quando passo lo straccio col disinfettante? e lì la gente ci sta pure lontana... in quella ciotola, c'èe più sputo che noccioline. "

Da allora non tocco più niente sul bancone del bar.

Evito di prendere le brioches nei posti dove sono in bella vista e te le fanno scegliere a te, ma la colazione vado a farla dove sono ben protette dietro al vetro ed è il barista a dartele con la pinzetta.
Stiamo esagerando in questo periodo, ma qualche nuova, sana abitudine dovremmo cominciare a ficcarcela in testa e non abbandonarla più.

Sort:  

You have used the Hashtag #[CC] and can now reward 303.0 comments under your post with one CC.

More information about the Commentcoin-Project can be found on this account.
You can easily add an upvote to this post to support the project.
Thanks for using it.

Happy comments.
Your CC-Team:
@kristall97 ([Code-Designer])
@alucian ([Project-Designer])